lunedì 25 novembre 2013

7° Forum della Cultura d'Impresa

Per circa un anno ho trattato nel mio blog della comunicazione e delle sue tecniche.
Apro ora una breve parentesi per riferire sinteticamente su quanto è stato detto al 7° FORUM DELLA CULTURA D’IMPRESA tenutosi alla Business School del Sole 24 Ore e a cui ho partecipato.

Tuttavia, tutto quanto è qui riportato non è estraneo al mondo della comunicazione in quanto sono considerazioni ed idee che vanno comunicate e diffuse, perché la cultura d’impresa deve muoversi in sinergia con la cultura della comunicazione.
In questo forum si sono trattati vari argomenti che, presi debitamente in considerazione, potrebbero aiutare positivamente  in uno sviluppo economico che tenga conto della ricchezza del turismo per l’economia italiana, della diversità all'interno delle aziende, della valorizzazione delle giovani generazioni, della competenza e aggiornamento professionale, della  meritocrazia, ecc.
Accenno ora ad alcune di queste, la prossima volta completerò il quadro.


lunedì 11 novembre 2013

Lo storytelling tra arte e psicologia 2

Riprendendo l'argomento "Lo storytelling tra arte e psicologia", dopo aver accennato, la scorsa volta, all'aspetto tecnico e strutturale, che attiene di più all'arte, vorrei ora soffermarmi brevemente su quello strettamente emotivo che concerne il mondo psicologico.

Come si fa a raccontare una storia che catturi la mente dell'audience con determinate idee ed emozioni? 
Usare la struttura classica è essenziale, ma da sola non basta. Per coinvolgere i lettori c'è bisogno di qualcosa di più della semplice narrazione di un racconto. C'è bisogno di veicolare sentimenti ed emozioni o, ancora meglio, utilizzare simboli universali attraverso i quali possano essere "catturati".
Gli studi psicologici, da Freud ed Jung1 ai giorni nostri, hanno dimostrato che per catturare il pubblico con una storia dobbiamo fare in modo che venga trasportato emotivamente da quest'ultima e si immedesimi, si perda in essa.


Come far presa sul pubblico emotivamente?

lunedì 4 novembre 2013

Lo storytelling tra arte e psicologia

In queste ultime settimane ho voluto richiamare l’attenzione sul tema dello storytelling digitale, l’argomento discusso e trattato agli Internet Days di Milano che più mi ha affascinato.
Oggi vorrei fare un passo indietro per comprendere più in profondità cosa sia lo storytelling, antica arte, nata millenni prima dell'avvento dei social media.




L’arte dello storytelling
In realtà è l’arte di raccontare storie che mi ha sempre affascinato. Nel libro “Cos’è l’arteTolstoy definisce l’arte come “un contagio”, Jung meglio la definirà come “possessione”. La vera arte, dice Tolstoy, contagia l’audience tramite le idee, le fantasie e le emozioni dello storytelling. Più l’arte è autentica più sarà forte "il contagio”.
Dopo la sua morte questa tesi, basata su una sua intuizione, è stata confermata dagli psicologi, primi fra tutti Freud e Jung.