mercoledì 15 marzo 2017

Big Data e Machine Learning per un’azienda di successo



Nello scorso articolo abbiamo parlato del sistema gestionale della fedeltà del cliente e degli strumenti da utilizzare per monitorare fedeltà e soddisfazione. Abbiamo poi aggiunto in conclusione che il MIT ha elaborato un algoritmo che esprime in termini percentuali la veridicità sui giudizi e commenti da parte dei clienti, informazione di grande importanza per non cadere in errori di giudizio.

Ma il MIT non è l’unico che ha sviluppato algoritmi che operano nella sentiment analysis e più in generale nell’analisi dei Big Data.

Infatti, restando in Italia, Voicesfrom the Blog – spin off della Statale di Milano - ha sviluppato un algoritmo (iSA) capace di formulare previsioni analizzando le opinioni espresse sui social.

Andrea Ceron, co-fondatore della start-up, spiega che il procedimento passa attraverso due passaggi: "Nel primo un campione di testi viene codificato per istruire l’algoritmo, nel secondo quindi si studiano le opinioni espresse producendo risultati che hanno la stessa accuratezza di una lettura manuale".

Rimane però sempre da chiedersi se i social network sono uno specchio fedele della società. Se non se ne è certi, perché allora utilizzarli come materia prima per le previsioni? Al quesito Ceron risponde che "Alla base c’è l’idea che i commenti in rete siano in grado di anticipare i trend futuri. In diversi casi abbiamo registrato una capacità dei social di prevedere i cambiamenti di umore nell’opinione pubblica".

Proprio per affrontare questa problematica varie aziende straniere stanno rivoluzionando l’utilizzo dei Big Data per rafforzare il business di diversi settori merceologici.
Eccone  un breve elenco, tratto liberamente da Inc.com





1. hiQ 

La svedese hiQ è specializzata in “People Analytics”. Come opera? Può operare secondo tre modalità: tramite raccolta di dati pubblici, oppure di dati che provengono dall’azienda che vuole servirsi di hiQ, o infine  combinando entrambe le fonti per creare un modello predittivo il più possibile utile al proprio business.

Usando algoritmi innovativi si possono ottenere insights davvero approfondite… e tutto questo è reso possibile da un sistema di apprendimento automatico (machine learning) che tramite la statistica computazionale e l’ottimizzazione matematica porta, per l’appunto, a formulare attendibili analisi predittive.

Gli aggiornamenti sono continui e in real-time, e il report è personalizzabile.. perciò non è necessario essere esperti in statistica per comprendere e interpretare i dati!


2. SumAll 
SumAll, start-up Newyorkese, aiuta le aziende ad ottimizzare le loro campagne di social media marketing. Come? Raccogliendo analytics da ben 42 piattaforme diverse (sia social che marketplace). In questo modo si può avere tutto sotto controllo in un unico chart!
Anche questo strumento è personalizzabile a seconda delle necessità.


3. Splunk 
Questa è stata la prima impresa Americana a creare un tool di log-analysis, ma oggi è diventata molto di più. Diventando partner di Tableau software, Splunk è diventata una vera e propria macchina di data analytics per il business di un certo livello.

Come agisce? Vi fornisce una piattaforma per l'Operational Intelligence che consente di vedere i dati macchina e trovare quelle informazioni che possono rendere la tua azienda più produttiva, redditizia, competitiva e sicura.

Cos’è l'Operational Intelligence?
I dati macchina sono preziosi in quanto contengono un record definitivo di tutte le transazioni degli utenti, del comportamento di clienti, delle macchine, delle minacce alla sicurezza, di attività fraudolente e altro ancora. Splunk li trasforma in informazioni significative a prescindere dal settore in cui si opera. E’ questa che chiamiamo Operational Intelligence.

L'Operational Intelligence ti dà una comprensione in tempo reale di cosa sta accadendo nei tuoi sistemi IT e nella tua infrastruttura tecnologica in modo che tu possa prendere decisioni informate.

Ti fornisce strumenti che permettono di monitorare le transazioni end-to-end, avere dati chiave in merito all’esperienza dei consumatori, sapere in real time quali sono i trend o fare una sentiment analysis sulle proprie campagne social.


4. Duetto 
Nota per la sua “hotel optimization”, Duetto è un ottimo strumento per il settore turistico, infatti facilita le aziende nella personalizzazione delle offerte.
In sintesi crea una ricerca hotel su misura per il consumatore semplificando la vita agli hotel mediante la personalizzazione dei prezzi. In che modo? Prendendo informazioni sull’ipotetico cliente (es. quanto spende al bar o al casinò).

Grazie a queste informazioni l’hotel può proporgli un prezzo migliore per la camera, in quanto ha la ragionevole presunzione che spenderà poi più soldi per altri servizi, che sono senza dubbio incentivati dall’offerta di un prezzo inferiore della camera.

E tu? Stai usando al massimo le potenzialità dei Big Data?

Se ritieni di essere nella media.. al pari delle altre aziende… la risposta è no!
Spesso le aziende rimangono indietro per mancanza di informazioni, competenze o semplicemente si sentono intimidite da questo processo di Digital Transformation.

Pertanto è necessario implementare i Big Data nel tuo business il prima possibile e vedrai che non te ne pentirai!

Nessun commento:

Posta un commento