domenica 19 gennaio 2020

Le tecnologie stanno cambiando il nostro approccio al lavoro

Oggigiorno è cambiato il modo in cui le persone usano la tecnologia quotidianamente per le proprie attività professionali e personali.
Si usa la tecnologia per leggere libri, comprare biglietti, prenotare il taxi, pagare, fare i cedolini e anche per controllare il sistema di sicurezza di casa propria da smartphone o device indossabili.
Di conseguenza le persone si aspettano di trovare anche nell’ambiente di lavoro tutte quelle innovazioni che stanno cambiando la loro vita.

Sul posto di lavoro chiedono flessibilità… poter lavorare da dove vogliono, quando vogliono e dal device che preferiscono.
Come si traduce questo per il business?
Maggior competitività e supporto per un’esperienza che per l’utente sia usabile e sicura.
Per le generazioni più anziane tutto ciò può sembrare superfluo o una perdita di tempo, ma per i giovani è una cosa seria e di fondamentale importanza.
E’ arrivato il momento in cui le aziende si rendono conto della necessità di creare nuovi modi tanto per interagire in modo brillante con i clienti quanto per trattenerli o per raggiungerne di potenziali.
E questo è vero anche per la forza lavoro!

Le aziende hanno capito che è importante fare qualcosa per attirare e trattenere i talenti.
Vediamo ora alcuni dei trend tecnologici che stanno cambiando il nostro approccio al lavoro
 1. La possibilità di lavorare da qualunque luogo, da qualunque device e scegliendone i tempi
Il lavoro non è più concepito come un posto dove si va alla mattina, ma è qualcosa che si fa. E i Millennials sembrano aver abbracciato completamente questo nuovo concetto.
Infatti, secondo la ricerca condotta da Kenan-Flagler Business School, un Millennial su tre ha detto che nell’accettare un’offerta di lavoro porrà come priorità la flessibilità d’utilizzo dei device, la libertà nell’uso dei social media e la mobilità fisica più del salario.
Hanno chiaramente compreso come la possibilità di lavorare da casa, dall’hotel, dai coffee shop, dall’aeroporto e addirittura dall’aereo - da device usabili - offra grande flessibilità senza compromettere la produttività.
 2. Video Content Management
Le aziende usano i video per fare formazione e marketing già da tempo e stanno via via integrando questo strumento nei loro sistemi di comunicazione e management.
L’accrescere dell’uso dei contenuti video sul posto di lavoro porterà ad avere necessità di ottimizzare lo streaming basato sull’accesso dei device, come pure di ottimizzare la tecnica di ricerca per raggiungere velocemente contenuti specifici e analizzare le analytics ricevute.
3. Le Smart Machines e lautomazione
Una delle trasformazioni – che più delle altre cambieranno nel profondo la nostra quotidianità – è proprio l’introduzione delle smart machines e dell’automazione nell’esecuzione delle attività lavorative.
La Robotica tradizionale già da tempo è stata usata nel settore manifatturiero per eseguire attività ripetitive e/o pericolose per l’uomo.
Ora, anche in questo contesto lavorativo arrivano le smart machines. Naturalmente sono diverse, perché diversa è l’attività che viene loro richiesta.  Sono macchine che interagiscono verbalmente con le persone usando la loro stessa lingua!
Attraverso degli agenti cognitivi sono in grado di elaborare quello che viene  detto, imparare e adattarsi alla situazione. Possono anche comprendere lo stato emozionale della persona con cui stanno interagendo.
Come verranno utilizzate?
Queste smart machines saranno principalmente inserite nei call center e negli help desk.
Ed è una tecnologia che impatterà su diversi aspetti della forza lavoro; può, infatti, scalare le capacità, gestire ore di chiamate all’help desk e integrare posizioni solitamente esternalizzate.

Nessun commento:

Posta un commento