domenica 8 dicembre 2019

Outsourcing delle Risorse Umane: leva del cambiamento





La gestione delle risorse umane, l’abbiamo già ricordato nei precedenti articoli, è una questione di estrema importanza per un’azienda, soprattutto per quello che riguarda le persone, cioè per tutte quelle attività che devono far sì che si abbia la  persona giusta al posto giusto, che sia contenta di ciò che fa, abbia occasione per migliorarsi e progredire, abbia un equo compenso.
Per comprendere meglio in che consistono i compiti di questo settore aziendale, e quanto siano complessi oltre che importanti, iniziamo col fare alcune considerazioni su alcune delle attività che è chiamato a svolgere.

domenica 1 dicembre 2019

Outsourcing e Risorse Umane: la situazione in Italia





Il problema
Quando abbiamo aperto il discorso sull’outsourcing delle Risorse Umane, abbiamo chiarito come questo campo non debba essere considerato, come purtroppo avviene così spesso in Italia, solo come il luogo in cui si gestiscono le buste paga, i permessi di lavoro, ecc., ma abbiamo ricordato che si tratta di un settore molto più vasto in cui rientra la ricerca, la selezione e, non va dimenticata, la gestione e la formazione del personale.
Quest’ultimo punto è spesso trascurato e ci si dimentica facilmente che le Risorse Umane devono avere tra i compiti principali il prendersi cura delle persone, perché sono il patrimonio dell’azienda; sono loro con le loro competenze, esperienze e passioni il motore di sviluppo dell’impresa.
Naturalmente chi può permettersi di avere un settore apposito, con tanto di direttore, se non le grandi aziende. Le piccole certamente no.
Come fare allora per avere la persona giusta al posto giusto, che sia ben motivata e seguita?
Le possibilità sono tante. Le aziende hanno oggigiorno una vasta gamma di alternative, devono solo cercare quella più adatta alle loro esigenze.

domenica 24 novembre 2019

Outsourcing delle Risorse Umane: perchè conviene





Di che si tratta

Come è noto con questo termine si indica il trasferire all’esterno della propria azienda alcune attività per una serie di ragioni. Le principali sono l’attingere al di fuori competenze che, al momento, all’interno non ci sono o che costano troppo, e permettere così all’azienda di concentrarsi sul fulcro del proprio business, cioè sia sulle attività strategiche necessarie a gestire il mercato sia sui processi produttivi.
Quali sono le attività che di solito si esternalizzano? Sono varie, si va dalle mense aziendali all’elaborazione delle buste paga, dalla gestione della sicurezza alle varie manutenzioni, dalla pubblicità e comunicazione al marketing, ecc. Ora anche le Risorse Umane.
Vantaggi? Riduzione dei rischi, dei costi diretti, delle spese d’investimento.
Ma è simile al vecchio appalto? In effetti è molto simile, certamente non all’appalto delle opere, ma  a quello  dei servizi.


Il problema delle Risorse Umane

domenica 17 novembre 2019

Sovraccarico cognitivo e gamification



Abbiamo parlato di gamification, di che si tratta e del suo utilizzo nelle aziende per alleggerire la noia e la stanchezza prodotte dalle azioni ripetitive.
Con piacere abbiamo notato come là dove è stato sperimentato abbia prodotto risultati positivi: ha fatto lavorare con maggiore attenzione e motivazione e ha diminuito in modo significativo gli errori.
In fondo non è un mistero che quando siamo stanchi e affaticati dimentichiamo le cose, facciamo errori e decidiamo di “staccare” per evitare di combinare altri guai sul lavoro o in famiglia.
Questo perché in questi casi il nostro cervello va in tilt, si trova in situazione di sovraccarico, che solitamente viene detto “Sovraccarico Cognitivo”.

domenica 10 novembre 2019

Esempi di una Gamificazione di successo



Nell'articolo precedente abbiamo visto cos’è la gamification, a cosa serve e quali sono le sue caratteristiche principali, caratteristiche che spiegano la sempre maggior diffusione del suo utilizzo nelle dinamiche di e-learning e della formazione a distanza. 

sabato 2 novembre 2019

La gamification diventa uno strumento di engagement



Il 2020 sarà caratterizzato da diversi trend trainati senza dubbio dallo sviluppo sempre più rapido della tecnologia. L'intelligenza artificiale, la realtà aumentata e più in generale la Digital Transformation cambieranno per sempre il modo di fare impresa e di comunicare sia verso l'esterno - i consumatori - che verso l'interno - i dipendenti.
Un aspetto interessante che porta con sè questo cambiamento è l'uso della gamification, non solo per coinvolgere i consumatori, ma anche, per l'appunto, il pubblico interno dell'azienda, i dipendenti. Vediamo insieme di cosa si tratta.

giovedì 1 marzo 2018

Come sfruttare Youtube e Instagram per l’Employer Branding



Una vasta platea
Youtube e Instagram sono conosciuti da tutti coloro che usano il web. Ma sono molti anche quelli che li usano attivamente? Pare proprio di sì.
Youtube ha più di 1, 5 miliardi di utenti attivi al mese, mentre Instagram ne ha 800 milioni.
Si tratta veramente di molta, molta gente! Un pubblico immenso! A questi vanno poi aggiunti coloro che vi accedono passivamente, perché anche chi non carica video su Youtube vi può accedere per guardarli. Tutti questi ampliano notevolmente la popolazione di coloro che entrano in contatto con questi social, specie con Youtube che in Italia è il più cliccato, dopo Facebook.

martedì 13 febbraio 2018

Come scrivere una Social Media Policy aziendale per Facebook




Chi coinvolgere

Nel redigere il testo di  una Social Media Policy che risulti costruita a “regola d’arte” e, pertanto, sia chiara ed efficiente, è necessario coinvolgere tutti i rappresentanti dei diversi dipartimenti aziendali, come abbiamo visto nell’articolo "La Digital Transformation e le Risorse Umane".

Nella lista che ho redatto inserirei, a questo punto del processo, anche il Responsabile del Customer Service e del Management.

Non bisogna dimenticare poi il coinvolgimento di un legale per avere un parere da un punto di vista giuridico sulla redazione del testo ed assicurarci che la nostra presenza online, ed in particolare sui social media, sia perfettamente conforme alle leggi in materia.


Perché tutto questo?

mercoledì 7 febbraio 2018

Social HR: le potenzialità di Facebook



Facebook è un social media che permette agli utenti di attivare un profilo personale, connettersi ai loro amici, essere al corrente di ogni loro aggiornamento, usare applicazioni, scambiare messaggi privati, mettere “mi piace” a prodotti, aziende e a cause umanitarie.

Del resto… chi non conosce Facebook? Chi non è su Facebeook?
I nostri amici sono su Facebook, i nostri familiari sono su Facebook, i nostri parenti sono su Facebook, i nostri colleghi sono su Facebook, i nostri insegnanti sono su Facebook.
Manca solo che vadano su Facebook il nostro gatto o il nostro cane e abbiamo completato il cerchio.

Quindi avrai capito che oggi giorno è letteralmente impossibile non essere su Facebook sia come persona che come professionista o azienda.

Cerchiamo adesso di capire se Facebook è un amico o un nemico delle Risorse Umane, cioè se è utile o dannoso  per la loro attività.

giovedì 1 febbraio 2018

Digital Transformation: LinkedIn per le Risorse Umane



In tutto il mondo vi sono più di 500 milioni di utenti registrati su LinkedIn, di cui 10 milioni in Italia. Lo sapevi?