sabato 10 aprile 2021

LinkedIn: brevi best pratice per una pagina aziendale efficace

Un modo per migliorare il LinkedIn della propria azienda è iniziare con una “statement description” più breve e diretta, che sintetizzi nella prima riga di cosa si occupa. In questo modo l’utente non è costretto a espandere il testo per arrivare al dunque, e in questo modo viene indicizzata correttamente sulla stessa piattaforma.

Nello stesso tempo è importante  assicurare la copertura di tutte le aree aziendali; per fare questo, gli argomenti devono essere stabiliti con anticipo e strutturati in un piano editoriale.


1. Forma 

Il tone of voice e la struttura dei copy devono essere uniformi, pertanto è consigliato stendere delle linee guida univoche sullo stile, sull’uso delle emoji e sull’uso della prima o terza persona.

Uniformare il tone of voice vuol dire utilizzare sui social un registro linguistico più informale, mentre sul Sito è opportuno usare un linguaggio più formale. 

La formattazione del copy dev’essere chiara e elegante: l’uso del maiuscolo è sempre sconsigliato, salvo per sigle e usi specifici che lo rendano necessario.


2. Hashtag 

E’ bene utilizzare hashtag già popolari e in uso. Hashtagify è un ottimo strumento di hashtag marketing gratuito, che consente di sapere in tempo reale quali sono gli hashtag popolari per un dato argomento, gli eventuali hashtag correlati, i trend, le insights (lingue utilizzate, in quali paesi), i top influencer, ecc. 

In questo modo si può essere sempre più efficaci. Ovviamente questo lavoro è molto importante su Twitter e Instagram dove gli hashtag sono la chiave di utilizzo di questi social. Su Facebook e LinkedIn è sicuramente meno impattante, ma la scelta degli hashtag giusti non può che essere un plus positivo per il proprio posizionamento social e permetterà di farvi trovare mediante le giuste parole chiave.

Si possono anche Creare nuovi hashtag rilevanti e rispendibili per il brand. 


3. Contenuti 

3.1. Contenuti rilevanti 

Un punto di forza significativo sono gli aggiornamenti con contenuti di qualità e consigli. L’azienda dimostra così di conoscere il proprio target e di avere reso la propria pagina uno strumento utile per chi la visita.

Oltre a veicolare quello che fa, sarebbe bene intervallare sapientemente contenuti non autorefenziali. Ad esempio articoli di blog, consigli, condivisioni di articoli di settore da fonti autorevoli. Questo aiuterebbe a rinforzare la propria  awareness come esperti di settore. Chi vuole rimanere aggiornato sulla vostra industria potrà seguire i vostri social e troverà quello che cerca.


3.2. Showcase Page (Pagine vetrina)

Non sempre è consigliabile avere pagine vetrina, specie se non si ha ancora grande awareness sui social e non si è una grande azienda. Va bene per quelle aziende che vogliono mettere in risalto linee di prodotto, brend, o aziende controllate.


3.3. Contenuti multimediali

I contenuti statici, specie quelli di preview rispetto alle landing page, sono comuni e funzionali per generare traffico al Sito. La direzione che tutti i social network stanno prendendo, tuttavia, è quella che vede una sempre maggiore preferenza per i contenuti video e dinamici.

I contenuti video non sono necessariamente solo quelli fotografici legati alla pubblicazione di interviste o eventi, ma anche video graficati (“motion-graphic”) che sono in grado di veicolare messaggi in modo ottimale e comunque meno dispendioso.

Ottimi al riguardo i seguenti strumenti

- https://pixabay.com/it, non è solo una banca di immagini, ma anche di video!

- https://www.powtoon.com/, la versione free ha funzionalità limitate, meglio il servizio a pagamento. 

- Suite Adobe o in alternativa Lightworks, gratuito. Chi è del mestiere consiglia la Suite Adobe.


3.4. Testi SEO anche sui social

La descrizione della pagina e i testi dei post devono avere dei copy ricchi di keyword e efficaci.

Gli utenti di LinkedIn, inoltre, cercano le company page anche per keyword: il motore di ricerca interno del social funziona similmente a quello del browser. Descrizioni ricche e dettagliate sulla propria industry e sul proprio business ottimizzano il ranking.

E’ bene tener sempre presente questi aspetti quando si scrive per il web, sia sul sito che sui social.


4. Visual Consistence

La coerenza visiva dei contenuti è molto importante anche su un social professionale e dall’audience meno interessata alla creatività. Il post è sempre formato da una parte di copy ed una di immagine/video: la seconda è sempre decisiva nell’attrarre attenzione sulla prima, funzionando come gancio.

Ti potrebbero anche interessare...

- Digital Transformation: LinkedIn per le Risorse Umane

- come sfruttare i social media per incrementare il tuo business

E-commerce e Social Media Marketing: 5 consigli per aumentare traffico

E-commerce e Social Media Marketing: come migliorare l'engagement 

Nessun commento:

Posta un commento