sabato 10 aprile 2021

LinkedIn: brevi best pratice per una pagina aziendale efficace

Un modo per migliorare il LinkedIn della propria azienda è iniziare con una “statement description” più breve e diretta, che sintetizzi nella prima riga di cosa si occupa. In questo modo l’utente non è costretto a espandere il testo per arrivare al dunque, e in questo modo viene indicizzata correttamente sulla stessa piattaforma.

Nello stesso tempo è importante  assicurare la copertura di tutte le aree aziendali; per fare questo, gli argomenti devono essere stabiliti con anticipo e strutturati in un piano editoriale.

domenica 21 marzo 2021

Google Ads: come funziona e perchè usarlo

Fare pubblicità, attraverso l’utilizzo di Google Ads, sta diventando sempre più importante per far crescere la propria attività online. E’ ormai un fattore irrinunciabile: dalle grandi realtà alle piccole attività locali, nessuno può fare a meno di creare la propria presenza online e “monetizzarla”.


Google Ads, se associato ad un buon lavoro di copy e di seo, può portare velocemente diversi benefici. Tra i principali:

- connettersi con la propria audience nel posto giusto e al momento giusto attraverso

  l’ausilio della machine learning;

- adattarsi al proprio budget (lo scegli tu e la machine learning di Google, attraverso lo

  smart bidding, adatterà la campagna al tuo budget, facendo risparmiare tempo e

  risorse);

- mostrare statistiche e dati delle proprie campagne in tempo reale e fornendo, così, un

  valido aiuto per testarle e migliorarle in itinere;

- portare traffico diretto e qualificato al proprio sito web;

- monitorare i risultati tramite analytics.


Ecco alcune buone norme per impostare una campagna su Google Ads.

sabato 13 marzo 2021

Email Marketing: cos’è, strategie e linee guida per farlo

Durante questo breve excursus sul Web Marketing abbiamo accennato a quali dovrebbero essere gli obiettivi di un buon piano e fatto alcune considerazioni sulla realizzazione di un Sito aziendale che sia accattivante e produttivo.

Siamo poi passati ad accennare all’utilizzo delle potenzialità di Google Ads e all’introduzione dell’uso si Semrush per impostare una campagna vincente.

Al riguardo abbiamo poi sottolineato quanto sia importante anche sfruttare le recensioni, creare un Blog, implementare l’utilizzo dei Social e, naturalmente, comprendere l’imprescindibile necessità del Remarketing.

A questo punto non può mancare un accenno all’Email marketing. 

Cosa è  




L’Email marketing è un’ottima forma di behaviour driven communication che ha lo scopo di aumentare il database e incrementare le conversioni.

Perché portino al successo devono:

- avere anche obiettivi intermedi, oltre a quelli finali;

- essere personalizzate;

- essere visibili su tutti i device;

- essere rafforzate con l’automazione; 

- essere inviate sfruttando i migliori strumenti disponibili.

sabato 6 marzo 2021

Che cos'è il Remarketing (o Retargeting) e come funziona

Dopo aver accennato all’utilizzo dei social nel Web Marketing, prendiamo ora in considerazione un altra attività di notevole importanza ed esternamente efficace nel mondo Digital: il Remarketing.

Remarketing


1. Cosa è e perché è necessario

sabato 20 febbraio 2021

Come sfruttare i Social Media per migliorare il tuo business

Continuando il discorso intrapreso sul Web Marketing delle scorse settimane, prendiamo ora in considerazione l’uso dei Social. I Social rivestono una notevole importanza nel procurarsi un ampliamento di clientela, perché, se ben utilizzati, servono per migliorare la propria reputazione, fidelizzare i clienti acquisiti e, inoltre, acquisirne dei nuovi.

Quindi usiamoli. Come? In base alle loro peculiarità, perché non sono tutti uguali. Pertanto per ogni Social è bene realizzare un piano editoriale che tenga conto delle loro intrinseche caratteristiche. 


LinkedIn
, ad esempio, si presta all’approfondimento delle diverse tematiche professionali, mentre Facebook alla pubblicazione di contenuti rivolti anche ai “non addetti ai lavori” attraverso l’utilizzo di un linguaggio più informale, quindi è senza dubbio il Social giusto per connettere gli utenti al lato “umano” dell’azienda, ad es. pubblicando le storie dei dipendenti, il dietro le quinte degli eventi.

Instagram si presta molto bene ad una comunicazione di tipo informale da parte delle aziende, anche se ad oggi  le imprese hanno da poco iniziato ad usarlo  nel B2B, mentre Twitter è particolarmente indicato  se si cerca di spaziare al di fuori della propria nazione.

Qualche breve considerazione sui più noti

domenica 7 febbraio 2021

Content Marketing: come sfruttare le recensioni ed il blog per aumentare le vendite


Come sfruttare le recensioni e creare un blog

L’utilizzo delle  recensioni  è un ottimo metodo per aggiungere contenuti al sito,  perché i “clienti potenziali” trovano queste informazioni molto utili per orientarsi verso una decisione.

Infatti le persone tendono a credere di più agli UGC (User Generated Content) che a forme tradizionali di advertising. Una recensione positiva ed imparziale genera un “endorsement” interessante, molto più efficace di quello autoreferenziale dell’azienda e questi  contenuti generati spontaneamente dagli utenti online sono un ottimo aiuto a vendere prodotti e servizi.

Tuttavia solitamente la comunicazione dell’esperienza positiva dei clienti non è, però, sufficientemente incisiva per offrire un up-sell. 

Può essere, a questo punto molto utile, per raggiungere i quattro obiettivi , di cui al "SEO e Responsive Design: come creare un sito web efficace" (ovvero migliorare il posizionamento online, incrementare l’awareness, fidelizzare i clienti già acquisiti, trovare nuovi clienti), creare un Blog.


Creare un blog

sabato 30 gennaio 2021

PPC: come migliorare il posizionamento con Google Ads e SEMrush

Motivo della scelta

Per migliorare la possibilità di raggiungimento dei quattro obiettivi che ci si è proposti nell'articolo precedente "SEO e Responsive Design: come creare un sito web efficace", ovvero migliorare il posizionamento online, incrementare l’awareness, fidelizzare i clienti già acquisiti, trovare nuovi clienti. è opportuno usare al meglio le potenzialità di Google Ads ed introdurre l’uso SEMRush.

Ci si può chiedere perché mantenere un ads Google. Perché l’ads aumenta la visibilità e appena si spegnerà la pubblicità si abbasserà anche il risultato organico.

Inoltre, tramite ads è possibile cambiare contenuti creativi ogni giorno, mentre sul sito “istituzionale” non lo si può fare. E ciò è certamente utile se si vuole incrementare il coinvolgimento degli utenti.

PPC: come migliorare il posizionamento con Google Ads e SEMrush


sabato 23 gennaio 2021

SEO e Responsive Design: come creare un sito web efficace

Gli obiettivi di un buon piano di Web marketing sono: migliorare il posizionamento online, incrementare l’awareness, fidelizzare i clienti già acquisiti, trovare nuovi clienti.
Per raggiungerli bisogna impostare una strategia che permetta di ottimizzare il proprio sito Web.
Per farlo, bisogna anzitutto migliorare il posizionamento del proprio sito con il SEO e renderlo usabile con il Responsive Design.


IL SITO WEB

domenica 17 gennaio 2021

Digital Marketing Trends 2021: l'evoluzione dell'influencer marketing

E’ noto che per incrementare la clientela sia più che mai utile, se non indispensabile, rivolgersi agli infuencer.

Le ricerche statistiche al riguardo, infatti, ci dicono che il 49% dei consumatori si affida ai consigli degli influencer prima di fare un acquisto. Di conseguenza ben il 61% dei marketer nel 2020 ha ritenuto opportuno incrementare la spesa proprio negli influencer marketing. 

Nello stesso tempo, però, non esistono ancora chiari studi che misurino il successo delle campagne basate sugli influencer. Pertanto ci sono dei rischi ed è facile bruciare danaro senza ottenere un ROI tangibile.

Per ridurre questi potenziali rischi i marketer si stanno orientando nella direzione dei micro e dei nano influencer. Questo cambiamento permette di ottenere un maggior numero di gruppi gestibili in modo più efficace e, soprattutto, più economico.

Con questa strategia, infatti, si eviteranno i notevoli costi degli influencer di grande portata, perchè allo stesso costo, al posto di un influencer di grande portata si possono avere 100 micro/nano influencer.

E senza perdere le stesse possibilità: concentrarsi su audience specifiche; incrementare l’engagement; minimizzare il rischio; spendere meno per ottenere ritorni potenzialmente più elevati.

La novità da tener d’occhio, quindi, sono i micro/nano influencer, perché, benchè abbiano un seguito più ridotto, sono persone che utilizzano il prodotto in prima persona e, quindi, sono in grado di trasmettere realmente  le sue peculiarità.

Del resto sembra abbastanza ovvio che il vero contenuto, quello più naturale, sia quello prodotto dagli utenti. La loro testimonianza porta a contenuti molto più realistici e genera interazioni più naturali e positive. Questa è la vera evoluzione dello User Generated Content, ed è anche una grande sfida per il Digital Marketing.

E di questo se ne sono accorti ormai un po’ tutti i brand. Hanno capito che per raggiungere il pubblico c’è bisogno dell’appoggio di utenti attivi e influenti nelle rispettive comunità, perchè le persone comprano dalle persone che conoscono, che apprezzano e di cui si fidano.


Si investirà sempre di più nei contenuti generati dagli utenti (UGC)